In barca a vela in inverno: come vestirsi

Quando si naviga durante la stagione invernale una delle cose più fastidiose è il freddo che sembra riuscire ad insinuarsi anche quando si indossano capi decisamente caldi e tecnici
La prima cosa da fare è, naturalmente, vestirsi a strati. Ma a volte non basta e oggi ci vengono in aiuto capi sempre più tecnici che promettono di tenerci al caldo e ben protetti in ogni situazione.

L’intimo o base layer

Fibre naturali o tessuti tecnici?

L’uno non esclude l’altro, se da una parte le fibre naturali come cotone e lana ci garantiscono grande confort , ora esistono materiali sintetici studiati per chi pratica attività sportiva, con caratteristiche di eccellenza

Morbida, calda e traspirante: è la lana di Rewoolution

Parte del gruppo Reda, italianissimo e attivo dal 1865, Rewoolution è il brand di activewear del ben noto marchio.
I capi proposti vanno dall’intimo tecnico fino a quelli che potremmo definire dei veri e propri capispalla per chi ama lo stile casual.

Tutti i capi sono realizzati in purissima lana Merino certificata ZQ, ovvero selezionata e prodotta attraverso una gestione sostenibile delle risorse ambientali, economiche e sociali, salvaguardando il benessere delle persone e degli animali. La certificazione ZQ garantisce che si tratta di lana etica.

Ciò che caratterizza i tessuti Rewoolution è l’esclusivo sistema di filatura con cui sono prodotti: la tecnologia CompACT3. Sviluppato nei laboratori Reda, questo processo potenzia le caratteristiche naturali uniche della lana Merino purissima, assicurando il 15% di resistenza, il 30% di elasticità e il 20% di morbidezza in più rispetto alla lana Merino tradizionale. In questo modo la lana accresce il proprio potere isolante, traspirante e termoregolante. Il filato risulta privo di pelosità, non punge, protegge dai raggi UV e impedisce la formazione di odori sgradevoli, inoltre è facile curare e asciuga rapidamente. Durante l’attività sportiva garantisce un’eccellente elasticità, una resistenza straordinaria all’usura e una leggerezza estrema.

Tra i più apprezzati, le maglie Cocoon per lei

E i prodotti della linea Tommy per lui

Il base layer secondo Helly Hansen

Un brand decisamente noto tra i velisti per l’abbigliamento tecnico di qualità. Oltre a cerate, giacche, pantaloni lunghi e corti, Helly Hansen propone underwear in lana caldissima e morbida.
Questi pants sono realizzati con un doppio strato, per garantire leggerezza, calore costante e perché siano altamente traspiranti, grazie alla tecnologia proprietaria Lifa Flow

Da Snep i nuovi tessuti per il benessere e per gli sportivi

Snep, azienda toscana che si occupa di integratori alimentari  e di benessere propone delle nuove soluzioni per l’intimo per sportivi e non.

Gli indumenti di Snep in tessuto biomolecolare sono prodotti con un innovativo filato elasticizzato che include biomolecole capaci di riflettere i raggi infrarossi emessi spontaneamente dal corpo umano, generando così un calore naturale, benefico e costante, capace anche di influire positivamente su dolori e infiammazioni.

Con effetti antinfiammatori e antidolorifici, il tessuto utilizzato da Snep per la sua linea di capi intimi del benessere ha effetti utili anche per migliorare le prestazioni di chi fa sport ed è registrato presso il Ministero della Salute come supporto all’attività sanitaria.

Il costante tepore che questi capi assicurano a chi li indossa è un sostegno naturale e complementare alle terapie farmacologiche così che ogni capo di questa linea Snep è un dispositivo medico senza controindicazioni. Numerosi studi clinici dimostrano infatti che il calore è consigliato nei casi di dolori da artrite, artrosi, infiammazioni articolari e traumi.

 Diversi i modelli proposti, per uomo e per donna

L’intimo adatto a chi fa sport

Come è stato ampiamente dimostrato, la biostimolazione e la micro circolazione danno grandi benefici a chi fa sport. Gli infrarossi infatti agevolano il ruolo che l’acqua svolge in ogni processo biologico ed è grazie a questo che gli sportivi possono ottenere grandi benefici in termini di:

  • incremento nelle prestazioni atletiche;
  • recupero più facile e veloce dopo l’attività sportiva;
  • minor affaticamento;
  • minor dolore muscolare tardivo, minor formazione di acido lattico;
  • rilassamento muscolare;
  • riduzione di infiammazioni e gonfiori;
  • sollievo da spasmi muscolari
BIBLIOGRAFIA

Comment List

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *